La felicità arriva quando scegli di cambiare vita – Raphaelle Giordano –

41M3VAZVCBL

Maximilien e Romane sono il Sole e la Luna del romanzo:la felicità arriva quando scegli di cambiare vita. Rappresentano, a mio avviso, l’ombra e la luce delle infinite possibilità umane.

Come si può spendere una vita? Attraverso i limiti della nostra ombra e i confini della nostra paura. Come si può evincere seguendo il personaggio di Maximilien, manager scettico e arrogante, alle prese con le lezioni della sua deliziosa maestra Romane. Lei, che al contrario volteggia a mezz’aria sulle corde sottili della felicità, dispensando pillole di gioia, ottimi consigli e un mare di sorrisi per niente accademici.

Seguiamo la vicende di un gruppo molto variegato di -studenti-, persone più o meno decise a imparare come poter vivere altrimenti, talvolta cambiando semplicemente prospettiva e allenandosi a mettere in pratica semplici regole di cortesia e di gentilezza, per dirla alla Montessori.

La felicità arriva quando scegli di cambiare è una piacevole lettura, niente di originale per chiha già approfondito certi temi, ma scritto bene, un’ottima pausa dalle letture ‘più impegnative’…

41M3VAZVCBL

Storie di ordinaria follia – Charles Bukowsi –

002736de_medium

Cari lettori e care lettrici, come state? Io, tra una recensione e l’altra, mi godo l’autunno che avanza a passi brevi ma decisi, fa capolino tra le tende di casa mia, mentre arriva con il primo albeggiare del mattino, poi mi sorprende quando uscendo fuori, sento il primo frescolino scivolarmi tra le narici. Tra le foglie, odori e sfumature si mescolano dando vita a contorni gialli e marroni, dalla polpa legnosa che sa di sottobosco.

Oggi vi presento il primo libro che ho letto di Charles Bukowski.

Storie di ordinaria follia racconta il genio di Bukowski e tante esperienze che non hanno bisogno di artifici e narrazioni edulcorate, sono esperienze di strada, di sesso, di sentimenti, di dipendenze e di passioni, sono esperienze di vita.

Continua a leggere

La leggenda del ragazzo che credeva nel mare – Salvatore Basile –

leggenda mare

Certe storie sono delicate e pungenti insieme. La leggenda del ragazzo che credeva nel mare è una di queste. E’ delicata perché è descritta in maniera cosciente, è pungente perché è scritta in maniera sincera.

Mentre ci delizia e ci punge, il libro ci trascina in acqua insieme a Marco, il giovane protagonista della storia che attraverso il suo rapporto (non proprio simbiotico) con l’acqua affronta e scongiura la tempesta emotiva dell’affido. Rabbia e paura, si tuffano stimolando un processo di liberazione e affidano Marco ad un moto meno tormentato e tumultuoso. Continua a leggere

Radici – Alex Haley –

28590528-_uy369_ss369_.jpg

Radici. Una storia di schiavitù, natività e riscatto sociale che ha inizio nella seconda metà del settecento, in un piccolo paesino africano. Potremmo considerarlo un romanzo storico, un grande classico, ma prima di tutto, Radici è un romanzo familiare.

Lo è perché ci racconta la storia di adulti e di bambini, la storia di Kunta Kinte, la storia di un popolo. La storia di generazioni e generazioni di uomini nati liberi e resi schiavi – dalla civiltà e dal progresso-, dall’avanzare dis-umano dell’umana dis-umanizzazione.

Continua a leggere

Maria e io – Maria e Miguel Gallardo –

20180923_071831-e1538065055684.jpg

Maria e io è un libro a fumetti che ci racconta l’autismo.

Maria e suo padre Miguel partono per un viaggio in Gran Canaria.

Maria non sopporta la confusione, e molte altre cose… Miguel disegna per lei, ricomponendo la vita in modo che questa abbia un ordine e un senso, attenuando il fastidio di Maria e scoprendo un nuovo e meraviglioso modo per comunicare e condividere insieme emozioni, sentimenti, persone, viaggi. Continua a leggere